23 Settembre 2020

Journaling per i momenti difficili

3 modi per iniziare

Fare journaling nei momenti difficili è, per me, una vera e propria ancora di salvezza.

Il journaling è uno strumento di auto consapevolezza ed espressione di sé che, proprio nei momenti difficili, può diventare un alleato prezioso.

Fare journaling significa semplicemente tenere un diario, in questo video ho parlato a lungo dei suoi benefici e dei diversi modi per farlo.

Se non hai già una routine di scrittura e stai attraversando un momento difficile, prova ad iniziare scegliendo (o alternando) uno dei 3 suggerimenti che trovi qui sotto.

 

 Il flusso di coscienza

Non devi fare altro che prendere il tuo diario, scegliere un momento della giornata (possibilmente sempre lo stesso) e riversare sulla carta tutte le tue emozioni e i tuoi pensieri.

Se non sei già abituata a questo tipo di scrittura, ti consiglio di iniziare con brevi sessioni di 10/15 minuti e aumentarli gradualmente.

Scrivi tutto quello che ti si agita dentro e non fermarti finché non avrai terminato la tua sessione.

Lascia che sia la mano a scrivere per te.

Non preoccuparti del senso, della grammatica e della sintassi di quello che stai scrivendo.

Dai solo libero sfogo a quello che hai dentro.

Io ho iniziato a scrivere, usando il flusso di coscienza, proprio in un momento molto difficile della mia vita. Fare journaling in quei giorni è stata per me una vera e propria auto cura.

Sul mio diario ho pianto, urlato, mi sono sfogata e ho anche trovato tante parole di conforto e di incoraggiamento che, grazie alla scrittura, sono riuscita a tirare fuori.

Se vuoi saperne di più su questo tipo di scrittura puoi leggere questo post, questo e anche questo.

Le domande

Dicono che nei momenti difficili (ma secondo me vale sempre), quello che conta non siano le risposte ma le domande che ci poniamo.

Perché proprio a me?

Questa era la domanda che mi facevo io, ed era una domanda senza via d’uscita.

Qui sotto ti metto un elenco di domande che, per me, sono state una chiave di svolta.

Puoi scegliere di rispondere ad una domanda al giorno, alternandole al flusso di coscienza, oppure puoi dedicare mezz’ora al giorno solo a questo tipo di journaling.

Le giuste domande ti aiuteranno a vedere questi giorni sotto una nuova luce e a trovare qualcosa di positivo nelle difficoltà che stai vivendo.

 

– Quali lati positivi posso trovare in questo momento difficile?

– Questo momento difficile mi ha fatto contattare delle nuove parti di me che avevo dimenticato, come la mia artista interiore, la guerriera, la guaritrice, la saggia?

– Che indicazioni mi stanno dando queste nuove parti di me?

– Cosa dice il mio intuito riguardo  a questo momento difficile?

– Quando ripenserò a questo momento difficile, per quali aspetti di me mi sentirò orgogliosa per il modo in cui hanno gestito questo periodo?

– Quali insegnamenti mi sta dando questo momento difficile?

– Quali risorse questo momento difficile mi sta aiutando a tirare fuori?

– In passato come ho affrontato e superato altri momenti difficili?

– In questo momento difficile quali modi ho trovato per confortarmi e sostenermi?

– Per cosa o chi sono estremamente grata in questo momento difficile?

 

Le immagini

Guarda le tre immagini della gallery (clicca sulla scritta GUARDA LA PHOTGALLERY che trovi alla fine di questo articolo), scegline una senza pensarci troppo.

Dopo averla scritta, osservala per almeno 3 minuti. Lascia che il tuo sguardo la indaghi e fai attenzione alle emozioni che ti suscita.

Prendi carta e penna e per 5 minuti scrivi partendo da questa frase:

Per attraversare questo momento difficile…..

Scrivi tutto quello che ti viene in mente e quando la mano si ferma, ricomincia scrivendo la frase iniziale, finché i 5 minuti non saranno passati.

Riposa per qualche istante e poi rileggi quello che hai scritto.

Ci sono indicazioni da parte del tuo io interiore?

Cosa di quello che hai scritto ti colpisce di più? Perché?

Sottolinea, se vuoi, i passaggi o le parole che hai scritto che, in questo momento, ti sembra siano più di aiuto.

 

Indicazioni finali

– Sii costante nella scrittura.

Meglio scrivere poco tutti i giorni che tanto in una sola volta.

– Non mostrare a nessuno il tuo diario.

È importante che tu ti senta libera di esprimerti senza censure, per cui ti consiglio di rendere privato e segretissimo quello che scrivi.

– Crea un rituale di scrittura.

Creare un rituale quotidiano di scrittura, soprattutto quando stai facendo journaling per i momenti difficili, ti aiuterà a essere costante e anche a trovare il tuo equilibrio.

Scegli un luogo tranquillo, un orario in cui sai di non essere disturbata e fallo diventare il tuo luogo sacro.

Accendi una candela, brucia un’essenza, metti una musica che ti rilassa, fai in modo di rendere il journaling un’esperienza piacevole.

– Iscriviti a CARO DIARIO, il mio percorso gratuito per sperimentare i diversi tipi di scrittura e i loro benefici.

 

Flusso di coscienza, domande o immagini? Da quale tipo di scrittura decidi di iniziare? Scrivimelo nei commenti!  

Altre storie da leggere

Come creare una visione del tuo futuro

Come creare una visione del tuo futuro

Prendere in mano la propria vita è così difficile? Inizia a farlo chiudendo gli occhi.   Questo articolo è il secondo della mini serie dedicata alla domanda: non so quale strada prendere, miglioramento personale e scrittura. Nel post della scorsa settimana, abbiamo visto come il journaling, ossia la scrittura...

come portare la magia della creatività nella tua vita.

Martino Testadura e la strada che non andava in nessun posto.

Sono sempre stata follemente innamorata di Gianni Rodari, è un amore iniziato da bambina e che non si è mai spento. Uno dei suoi libri che più ho amato è Favole al telefono.   Il protagonista di questo capolavoro è il ragionier Bianchi, di Varese, rappresentante farmaceutico in giro...

Tre modi per azzittire i “bla bla” che ti senti dire quando insegui un sogno

Tre modi per azzittire i “bla bla” che ti senti dire quando insegui un sogno

  I pericolosi “bla bla” che ti senti dire quando insegui un sogno sono tanti. A seguire i primi classificati della mia top ten. Ecco le famigerate parole AvvelenaSogno: “Alla tua età ancora corri dietro ai sogni?”, “Hai una famiglia, non comportarti da irresponsabile!”, “ Sono solo fantasie!”, “È inutile...