10 giugno 2019

Cos’è la creatività e come puo’ aiutarti

anche se non sei (o credi di non essere ) una persona creativa.

“Io non sono una persona creativa, in che modo la creatività potrebbe aiutarmi?”

Questa è la domanda che mi ha fatto, qualche giorno fa una mia amica ingegnere e mi ha fatto molto riflettere su un equivoco di fondo: essere creativi non vuol dire saper dipingere o disegnare.

Essere creativi o, meglio ancora, attingere alla creatività vuol dire diventare un canale, lasciare che questa grande energia crei attraverso di noi.

Non sembra anche a te che, vista in questo modo, la questione cambia molto?

La creatività può aiutarti fondamentalmente in 3 modi:

1. Hai la possibilità di attingere ad una forza inesauribile.

La creatività si nutre della sua stessa forza. Vuol dire che quanto più crei, facendo affidamento su di lei e non solo sulle tue forze, quanta più energia torna a te.

2. Hai la possibilità di capire chi sei e cosa ti rende felice.

Per ascoltare la voce della creatività è indispensabile fare silenzio, abbassare il volume del rumore esterno e anche di quello interno. Il paradosso è che tanto più ti metti al servizio della creatività, tanto più ti stai mettendo al tuo servizio,

3. Hai la possibilità di accedere ad un luogo dove non c’è spazio per il dolore.

Quando sei nel flusso creativo provi talmente tanta gioia che anche il dolore si arrende.

Questo accade perché stai lavorando con un’energia spirituale che trascende i problemi contingenti e, anzi, ti aiuta a vederli nella giusta prospettiva.

La creatività può aiutare chiunque!

Così come chiunque può usare l’energia elettrica per accendere un interruttore. Non esistono persone che, per loro natura, possono farlo e persone a cui non è concesso.

La vera domanda è: come posso accedere alla creatività? Perché alcune persone ci riescono ed altre no?

La risposta è nell’allenamento e negli strumenti che usi per allenarti.

1. Gli strumenti.

C’è chi prepara dolci, chi ricama, chi scrive, chi balla, chi dipinge, chi compone composizioni di fiori…l’elenco è infinito.

Chiunque crea qualcosa che prima non c’era sta ricorrendo ad uno strumento creativo.

Io sono convinta che l’espressione artistica sia lo strumento più sicuro e rapido per accedere al flusso creativo, perché bypassa tutte le nostre resistenze.

Non serve essere Artisti con la A maiuscola per usare l’espressione artistica e chiunque può farlo, perché quello che cerchiamo nell’usarli è portarci il più vicino possibile alla fonte creativa.

Esprimerci in un modo inusuale per noi, confrontarci con il nuovo e con strumenti di cui non abbiamo la piena padronanza, ci aiuta a “scardinarci”, a mettere da parte il nostro ego, le nostre convinzioni e farci dei canali attraverso cui la creatività scorre libera.

Se non hai mai dipinto, prendi un pennello in mano e dipingi!

Se non hai mai disegnato, prendi una matita in mano e disegna!

Solo così verrà fuori la vera te stessa.

È come quando siamo in un paese straniero, un luogo dove nessuno ci conosce e dove non conosciamo nessuno: siamo sempre noi, ma in un certo modo ci sentiamo anche libere di esprimere aspetti di noi che di solito teniamo nascosti.

2. L’allenamento.

Quante flessioni dobbiamo fare per avere un corpo tonico? Di sicuro non basterà farne una volta sola.

Per la creatività è la stessa cosa! Abbiamo bisogno di un allenamento continuo e costante, ma sicuramente più divertente del fare flessioni!

Molte persone si fermano alle difficoltà iniziali, si convincono di non essere portate per l’espressione artistica, solo perché non lo hanno mai fatto prima o perché i loro studi non le hanno formate per questo.

Tornando all’esempio del viaggio in un paese straniero, chi si perderebbe la bellezza del luogo che sta visitando perché gli abitanti non parlano la sua lingua o ha difficoltà ad ordinare da mangiare?

Quando arrivi in un luogo esotico passi i primi giorni a sforzarti d’imparare le parole più comuni, capire quali sono le abitudini del posto…ma dopo una settimana hai già trovato dei punti di riferimento e capito come muoverti.

Perché non ti concedi la stessa possibilità con la creatività e l’espressione artistica?

Domani, quale strumento artistico sceglierai per allenarti alla creatività?

Scrivimelo nei commenti!

 

Altre storie da leggere

metti in carcere i tuoi carcerieri con la creatività

Metti in carcere i tuoi carcerieri con la creatività

  ATTENZIONE! QUESTO POST È AD ALTO TASSO DI CREATIVITÀ E CONTIENE INDICAZIONI SU COME DIFENDERSI DAGLI ALLONTANASOGNI. TENERE ALLA  PORTATA DEI BAMBINI E, SE POSSIBILE, FARSI AIUTARE DA UN BAMBINO NELLO SVOLGERE LE INDICAZIONI IN ESSO CONTENUTE! Oggi ti racconto di come con la fantasia e la creatività...

3 segreti (che tutti conoscono) per coltivare la felicità

3 segreti (che tutti conoscono) per coltivare la felicità

Te la ricordi la canzone Felicità di Albano e Romina? Se stai storcendo il naso, sono d’accordo con te sul fatto che non sia il punto più alto toccato dalla musica italiana, ma contiene una grande verità. Pensiamo sempre che la felicità sia una meta difficile da raggiungere, che...

I t ‘ s ho un n ‘ s m o n s t e r b a s h !

Laboratorio di Caviardage per famiglia

  Finalmente un laboratorio per famiglia! Bambini (di almeno otto anni) e genitori possono finalmente passare un pomeriggio insieme, condividendo la stessa esperienza e attività: diventare cercatori di poesia!    Attraverso la tecnica del Caviardage (metodo Tina Festa) apprenderete un nuovo metodo per creare poesia partendo da testi già scritti...