12 agosto 2018

Dieci buoni motivi per svegliarti mezz’ora prima e scrivere

Nella mia guida gratuita Ti Presento TE – 3 Passi per reinventare la tua vita ho scritto dell’importanza di scrivere per mezz’ora tutte le mattine.

Nelle tante mail che ho ricevuto molte donne scrivono: “Bellissima idea! Mi piacerebbe moltissimo farlo ma … “:

– non posso svegliarmi 30 minuti prima perché già la mia sveglia suona molto presto

– la mattina ho sonno. Non posso scrivere la sera?

– non voglio perdere mezz’ora di sonno prezioso!

– so già che non riuscirò ad alzarmi tanto presto nei giorni lavorativi.

Ho risposto personalmente ad ognuna di queste mail ma il succo è stato sempre: “Quanto è importante per te stare bene?”. Perché sono convinta che dietro tutte queste difficoltà ci sia solo un problema di priorità. Stare bene è una tua priorità?

Se la risposta è sì, sono certa che 30 min di sonno in meno siano un disagio lieve da sopportare in cambio della tua serenità.

Non credere che non capisca tutte le possibili obiezioni che nascono nella testa quando decidiamo di anticipare di poco la sveglia. Le conosco bene perché le ho affrontate anche io quando ho preso questa decisione e, ancora oggi, dopo anni di scrittura mattutina ci sono i giorni in cui mi dico: “ma chi te lo fa fare? Dormi ancora un po’!”.

Possiamo dare un calcio a tutte queste resistenze tenendo sempre bene a mente i benefici che si ottengono dallo scrivere per mezz’ora ogni mattina. Nell’elenco che segue ne ho riportati 10, ma ce ne sono moltissimi altri.

1. Avere del tempo tutto per te. Se anticipi la tua sveglia rispetto al resto della famiglia, avrai 30 minuti di solitudine da dedicare a te stessa. Niente rumori, niente richieste da parte di figli e marito, niente telefonate, mail o msg. Quante mezz’ore così ci sono oggi nella tua vita?

Tante volte decidiamo di prenderci del tempo per noi e andare dal parrucchiere, dall’estetista o a fare shopping e impieghiamo ben più di 30 min in attività che ci distraggono dai nostri problemi ma di certo non li risolvono. Perché non dedicare mezz’ora di tempo anche al tuo benessere interiore? Qual è la tua priorità? Capelli in ordine o vita appagante?

2. Sciogliere i dubbi. Scrivere di un momento di confusione, raccontare a te stessa le nebbie nelle quali ti sei persa ti permette di raggiungere uno stato di chiarezza. I dubbi e le incertezze sono difficili da risolvere perché sono prodotti dalla nostra mente e dai nostri pensieri e come tali sono impalpabili. Fermare sulla carta, mettere nero su bianco, i tuoi garbugli mentali ti aiuta a vederli per quello che sono e a dipanare la matassa.

3. Stimolare l’intuito. Abbiamo tutte le risposte già dentro di noi ma non sappiamo più ascoltarle perché il nostro intuito non è allenato. Scrivere regolarmente, appena sveglia, quando la tua mente vigile sta ancora sonnecchiando, ti mette in contatto con la tua parte istintiva, quella che arriva alla soluzione senza bisogno di grandi ragionamenti ma, semplicemente, perché lo sa!

4. Calmare ansie e paure. Cosa succede quando non esterniamo nel modo giusto una nostra paura o preoccupazione? Diventa rapidamente enorme! Mettere per iscritto le tue ansie (anche quelle più irrazionali) ti aiuta a relativizzarle, a prenderne le distanze, a vederle per quello che sono, ad attivare la tua parte sana che cerca soluzioni per farti stare meglio. Raccontare le paure al tuo diario (come facevi da adolescente) ti farà sentire meno sola e potrebbe anche succedere che dalle tue pagine spunti fuori un super eroe per strapparti dalle grinfie della strega cattiva (a me è successo!).

5. Meditare. Per me meditare, ossia rimanere nel presente e non correre dietro a tutti i pensieri che mi passano per la mente, è molto difficile. Ma da quando scrivo il diario mattutino ho trovato la mia forma di meditazione e rilassamento. Rimanere concentrata su te stessa per 30 minuti, osservare e scrivere i tuoi pensieri, restare in silenzio e non avere distrazioni esterne è meditare!

6. Trovare calma e lucidità. Andiamo sempre di corsa, per questo è importante dare il giusto imprinting alle delle nostre giornate! Scrivere appena sveglia è lo strumento più efficace che io conosca per riportare la calma nel mio respiro, per non farmi travolgere dal pensiero delle cose che dovrò fare nella giornata e per focalizzarmi sulle mie intenzioni. Come voglio che sia la giornata che sta per iniziare? Come voglio sentirmi oggi? Scrivi anche di questo sul tuo diario.

7. Sfogarsi. La rabbia, il risentimento, la tristezza, l’amarezza, la delusione, l’invidia, il pentimento, il senso di colpa sono tutti veleni per la nostra salute e possono rovinarci la vita. Scrivere una pagina d’insulti al tuo capo, di lamentele contro il traffico, di rimproveri all’amica che ti ha ferita è un modo per lasciare fluire fuori di te pensieri ed emozioni tossiche. Sapere che nessuno leggerà il mio diario mattutino lo fa diventare il mio “sfogatoio” personale dove lasciare tutte le zavorre emotive invece che attaccarmici come una zecca e portarmele dietro tutto il giorno!

8. Trovare soluzioni ai problemi. Chi non ha un problema da risolvere? Ci arrovelliamo e angustiamo cercando soluzioni che non troviamo perché cerchiamo di farlo sempre allo stesso modo. Scrivere ti permette di sviluppare uno sguardo diverso, di capovolgere il punto di vista perché ne prendi le distanze. Scrivi tutte le mattine di un problema e prima o poi un “Potrei provare a fare così…” verrà fuori.

9. Capire chi sei e cosa vuoi fare. Sai veramente chi sei? Cosa vuoi fare della tua vita? E soprattutto sono domande che ti poni spesso? Ho notato che molte persone si identificano con il loro lavoro: fare ed essere sono però due cose distinte. Scrivere la mattina ti aiuta a capire chi sei, indipendentemente dalle attività che svolgi, e a inserire nella tua vita attività più vicine al tuo modo di essere (e non imposte dall’esterno).

10. Allenare la creatività. Essere creativi non è solo dipingere o fare la maglia, è molto di più: è un modo di essere! Significa esprimere te stessa e farlo usando la fantasia e l’immaginazione. Sento spesso dire “non sono una persona creativa” e rispondo sempre che è impossibile, tutti siamo creativi e tutti siamo creatori di noi stessi. Scrivere la mattina è anche dare nutrimento a questa parte di noi così vitale, è permetterla di venire fuori e darle il permesso di esistere.

 

 

Scrivimi nei commenti le tue resistenze o difficoltà nello scrivere il diario mattutino così potrò aiutarti a superarle.

 

 

Altre storie da leggere

Un ciondolo per tenere alla larga gli allontanaSogni.

Un ciondolo per tenere alla larga gli AllontanaSogni

La mia arma segreta per tenere alla larga gli AllontanaSogni è un ciondolo, per essere più precisa un talismano. Penserai che sono impazzita e che abbia buttato via la mia razionalità ma ti assicuro che la mia mente, mentre ti scrivo, è lucida e, litri di caffè a parte,...

Tre modi per azzittire i “bla bla” che ti senti dire quando insegui un sogno

Tre modi per azzittire i “bla bla” che ti senti dire quando insegui un sogno

  I pericolosi “bla bla” che ti senti dire quando insegui un sogno sono tanti. A seguire i primi classificati della mia top ten.   Ecco le famigerate parole AvvelenaSogno: “Alla tua età ancora corri dietro ai sogni?”, “Hai una famiglia, non comportarti da irresponsabile!”, “ Sono solo fantasie!”, “È...

sognare in bianco e nero

Sognare in bianco e nero

Chi mi conosce sa che io disegno a colori, vivo a colori, vesto a colori e naturalmente sogno a colori. I miei colori preferiti? Tutti! Avevo litigato col blu ma ora abbiamo fatto la pace, impazzisco per l’oro, l’argento e il rame (i colori di chi sa trasformare), ho...