Claudia Brunetti

Cercatrice di bellezza

foto claudia sito

Ho fatto dell’arte, dell’espressione di sé e della creatività la mia missione di vita perché chiunque guardi un mio disegno o partecipi ad un mio laboratorio possa specchiarsi, sentire la sua bellezza e quella della sua vita e tornare a fiorire, proprio come è accaduto a me.

Sono nata a settembre, mese di raccolti e di bilanci, quando la natura, accesa dai caldi colori dell’estate, inizia lentamente a far posto all’autunno e io, come tutti i frutti di settembre, porto in me la gioia di vivere e la malinconica riflessione di chi sa che le stagioni della vita si alternano ciclicamente.

Sono una lettrice compulsiva di romanzi, saggi e fumetti, una seriale spettatrice di cartoni animati e film di animazione, amo la solitudine ed il silenzio ma anche la musica blues, country e folk. Sono pigra, disordinata,  romantica  ma anche autonoma ed indipendente.
Dopo gli studi classici mi sono laureata in antropologia culturale, attratta da tutto quello che è “diverso”e “fuori dalla norma”, ho fatto della ricerca e affermazione della mia unicità una ragione di vita.

La curiosità è il mio motore e mi ha sempre portato a seguire interessi diversi e variegati: dalla medicina olistica alla narrativa, dalla spiritualità all’espressione artistica, una ricerca a volte caotica e sconclusionata ma che ora posso definire come la ricerca della bellezza. La cerco nelle persone, nelle cose che scelgo di fare e in quelle che mi accadono, nella natura ma anche là dove in pochi riuscirebbero a trovarla.

 

L’Arte di Fiorire nasce dalla mia esperienza personale, dalla mia tenace e ostinata ricerca di un modo per ritrovare la gioia dopo un dolore che ha spazzato via tutto quello su cui avevo costruito la mia vita. Ho cercato la mia strada e la mia realizzazione chiedendomi: “Cosa mi piace?” e, per caso o per sincronicità, ho provato a disegnare quello che sentivo dentro di me e ho scoperto un mondo!

Non ho fatto scuole di disegno eppure la gioia che ho provo nel disegnare è indescrivibile e quanto di più vicino conosca ad un’esperienza mistica. Con l’entusiasmo e la tenacia di una bambina ho disegnato su sassi, tele, foglie, magliette e borse, quaderni ed agende. Cercandomi attraverso il disegno ho dato vita ad arabeschi, ghirigori e scarabocchi di ispirazione zen, ho creato bambine vivaci che mi somigliano e Magic Town: una città ed un mondo immaginario dove i colori accesi ospitano omini con poteri magici e la possibilità che, in qualche luogo, esista una realtà dove tutto è possibile, anche che i sogni si realizzino.

Alla produzione incessante di disegni si è aggiunta la mia antica passione per le parole e le poesie (ho scritto “Dove i Fiori parlano” e “Fiori di Bach per l’Anima che vuole dimagrire”) e l’incontro con il Caviardage (una tecnica di ricerca poetica attraverso l’uso di carta stampata) di cui sono diventata formatrice con il metodo di Tina Festa.

Grazie al disegno e alla ricerca poetica ho potuto esprimere, trovare forma e parole a quello che avevo dentro e iniziare a vedere una nuova vita ed una nuova strada da seguire, come pollicino che segue le briciole di pane per tornare a casa.

Percorsi e sentieri

Claudia e il Postino dei Sogni

Accedi