6 Dicembre 2017

Il presente è un dono

come apprezzarlo con l’aiuto dei fiori di Bach

fiori di bach per vivere il presente

Dicembre è il mese delle luci, degli addobbi, di Babbo Natale e dei regali. Passeremo molto del nostro tempo a comprarne e a scartarne, ma qual è il vero regalo che ognuno di noi ha già ricevuto? Il presente! Il presente, l’oggi, questo momento in cui mi leggi è il vero dono della vita e apprezzarlo non è un’azione così scontata come sembra.

Uno scrittore che amo molto, Eckhart Tolle, in uno dei suoi libri più venduti, Il potere di adesso, mostra come la vera felicità sia abitare nel nostro presente, nel qui ed ora, perché ciò che è passato non esiste più e ciò che è futuro ancora non esiste.

Ora la domanda è: tu ci riesci a restare nel presente? O ogni tanto rimugini sul passato (quella persona che ti ha ferito, quella situazione bella che ora non c’è più, ecc.) o te ne vai a spasso nel futuro (domani, fra un mese, fra un anno sarò lì e farò questo, lunedì devo fare la spesa, ecc.)?

La verità è che tutti noi siamo spesso distratti e non veramente attenti all’attimo che stiamo vivendo perché i nostri pensieri e le nostre emozioni ci portano dove vogliono loro come un cavallo impazzito.

Per aiutarti ad apprezzare tutto quello che c’è nel tuo presente ho pensato di scrivere dei Fiori di Bach che possono sostenerti in questa impresa (che a volte sembra disperata). I Fiori di Bach per chi non ha abbastanza interesse per il suo presente sono 7, per brevità qui ti racconterò dei primi 3 ma se vuoi leggerli tutti,  puoi scaricare qui il report che ho creato per te cliccando qui sotto.

 

Iniziamo a scoprirli?

– Clematis è il fiore per chi non è nel presente perché vaga continuamente nel futuro –

Hai bisogno di questo fiore se sei una persona che ha adottato la fuga dalla realtà come strategia per non dover fare i conti con un presente scomodo e banale. Forse preferisci vivere di fantasie, sogni, progetti solo mentali piuttosto che confrontarti con la concretezza della vita.

Sicuramente sei una persona dotata di una splendida creatività e capacità immaginativa ma quando si tratta di mettere le radici, di dare una svolta concreta alle tue fantasticherie ti perdi come polline al vento. Completano l’identikit queste caratteristiche: dormi molto, hai spesso poca energia corporea, mani fredde e perdi o dimentichi di tutto (chiavi, occhiali, documenti, fermata del bus o treno a cui scendere, scadenze burocratiche, ecc.).

Come avrai ben capito questo è il fiore d’elezione per i sognatori  e le sognatrici (non è un caso che sia anche uno dei Fiori di Bach che io uso più spesso!) che hanno mille sogni e progetti, mille idee fantastiche ma poi non fanno nulla per realizzarle perché restare nel mondo dei sogni è meno rischioso che confrontarsi con i problemi che la loro realizzazione comporta.

– HoneySuckle è il fiore per chi non è nel presente perché è rimasto impigliato nel passato –

Hai bisogno di questo fiore se non vivi il tuo presente perché sei rimasta ancorata al ricordo di quello che non c’è più: una casa, un lavoro, una città, un partner di vita, la gioventù, un vecchio amore idealizzato. Non ti butti nel flusso della vita, non cogli i doni e le occasioni che questa ti offre, perché i tuoi occhi non riescono neanche a vederli, occupati come sono a ripercorrere quello che è già stato.

Non pensare che questo fiore sia adatto solo a chi è anziano o che l’attaccamento al passato sia solo un legame con quello che di bello è stato vissuto perché questo fiore è utile ogni volta che, indipendentemente dalla nostra età anagrafica, il passato ci condiziona (anche un passato che vorremmo o dovremmo superare!).

Se, in questo momento della tua vita, non stai dando forma ai tuoi sogni o non ti decidi a realizzare un tuo progetto perché temi che vada a finire come quella volta (nel passato) in cui hai fallito allora HoneySuckle dovrebbe stare sul tuo comodino.

– Olive è il fiore per chi non è nel presente perché è troppo stanco per farlo –

Questa è una condizione momentanea (per fortuna) e non caratteriale come potrebbe accadere per i fiori che ti ho già descritto, ma è uno stato di sfinimento nel quale ho visto cadere molte persone, me compresa.

Hai bisogno di questo fiore se hai dato fondo a tutte le tue energie (riserva compresa!) per cui nulla più ti interessa se non la ricerca di un comodo letto su cui fare un riposino. Chi accudisce o ha accudito a lungo persone malate, chi corre tutto il giorno senza ascoltare i richiami di risposo che gli manda il proprio corpo, chi ha dovuto affrontare prove molto impegnative dal punto di vista fisico o mentale (esami, lunghi periodi di studio, ecc.), chi torna a casa e gli viene letteralmente da piangere nel pensare alle incombenze che l’aspettano dovrebbe subito sorseggiare 2 gocce di Olive in un bicchiere d’acqua e fare in modo di assumerne finché le sue condizioni non si saranno ristabilite.

 

Altre storie da leggere

Caro Babbo Natale

Caro Babbo Natale

Caro Babbo Natale, come stai? A volte penso che devi essere esausto, non tanto per la maratona della consegna dei regali, quanto per tutte le richieste che immagino ti arrivino. Ti vedo, sai? Seduto alla tua scrivani a ridere, sorridere delle letterine dei tuoi piccoli fan e a rabbuiarti...

emotional springs n.15

A cosa serve avere degli obiettivi?

Dicembre è il mese delle luci, di Babbo Natale, di grandi riunioni familiari, ma anche il mese dei buoni propositi e, almeno per me, il mese che mi vede alla spasmodica ricerca di un’agenda dove scrivere gli obiettivi del nuovo anno e come raggiungerli, ben sapendo che la userò...

10 consigli per aiutarti a realizzare i tuoi sogni

10 consigli per aiutarti a realizzare i tuoi sogni

Realizzare i tuoi sogni non è impossibile ma è sicuramente un viaggio che nasconde le sue difficoltà ed insidie, forse perché la ricompensa finale è veramente molto alta, per questo ho stilato un elenco di 10 consigli per aiutarti a realizzare i tuoi sogni. Prima di leggerli ti consiglio...