27 aprile 2017

I diritti dei Sognatori

dieci piccoli passi per non smettere mai di essere una sognatrice

 

Nello scorso dicembre ho scritto in un post il decalogo dei sognatori e qualche giorno fa l’ho riproposto (sotto forma d’immagine) sulla pagina facebook dell’Arte di Fiorire  ed è stato un grande successo (mai viste tante condivisioni e visualizzazioni per un mio post!) e dopo essermi gongolata e compiaciuta per un po’ (è un’azione che mi concedo raramente!) ho riflettuto e mi sono chiesta: “Perché tante persone hanno amato il decalogo dei sognatori?”.

Non ho certezze ma forse perché, in incognito, ci sono tante persone che vogliono ancora credere in se stesse e nei fiori che sbocciano nel loro cuore, anche in pieno inverno, forse perché viviamo in un mondo dove sognare è considerata un’azione riservata ai bambini o ai folli, forse perché siamo bombardati da immagini e notizie piene di orrore e di insulti alla vita e abbiamo bisogno di qualcuno che ci dica: “Ehi…guarda che c’è ancora tanta bellezza da respirare!”, forse perché i sognatori a volte si sentono soli e quando trovano un simile iniziano a fare gli occhi a cuoricino.

E allora, forte di tutto l’orgoglio della categoria dei sognatori che ho percepito in questi giorni, ho creato un nuovo vademecum, un modo semi serio di ricordarmi e ricordarti che hai il diritto di sognare senza sentirti sbagliata, senza pensare di doverti sempre giustificare o chiedere scusa … insomma hai il diritto di sognare.

Così è nata la CARTA DEI DIRITTI DEI SOGNATORI.

Condividi questo post o la pagina facebook dell’Arte di Fiorire dove pubblicherò l’immagine e aiutami a creare una grande onda (pacifica) di sognatori. 

 

I diritti dei sognatori

 

Altre storie da leggere

mi piace mettere mi piace

Mi piace mettere mi piace

Ieri stavo cazzeggiando rilassandomi su fb e ho notato una cosa: Siamo tutti pronti a mettere like (del resto non è che ci voglia molto impegno a farlo!) e cuoricini vari ma spesso usiamo le nostre bacheche come sputacchiere di malumori, critiche e rimbrotti vari. Leggo sempre più spesso...

Cara confusione, ti scrivo…

Come scoprire i doni segreti della confusione

Oggi voglio raccontarti di come, lo scorso inverno, ho superato un momento di grande confusione. Avevo tanti pensieri, non riuscivo a combinare nulla, iniziavo 100 mila attività senza riuscire a portarne a termine una. Poi mi sono fatta una domanda: “Se questa confusione fosse un dono, che dono sarebbe?”...

gratitudine

Tre buoni motivi per imparare a dire: “grazie!”

Ho iniziato a sentir parlare della pratica della gratitudine un bel po’ di anni fa quando scoppiò la moda di The Secret e della legge dell’Attrazione. Da buona curiosa e amante delle scoperte mi documentai con articoli e libri, cercando di superare lo scetticismo che tutto questo movimento mi...