24 ottobre 2016

Tre (falsi) motivi per non seguire la via dell’artista

tre buoni motivi per farlo

la via dell'artista

la via dell’artista

La via dell’artista di Julia Cameron è uno dei libri che hanno cambiato la mia vita, per questo motivo è da tempo che volevo dedicargli un post e per lo stesso motivo ho esitato, presa da quel timore quasi reverenziale di non riuscire ad esprimere la potenza contenuta nelle sue parole. Del resto anche quando si è trattato di comprarlo ho esitato a lungo, pur avendolo visto occhieggiarmi dallo scaffale di una libreria e ricevuto la sua segnalazione da più di una persona. Perché non volevo comprare questo libro? Per tre (falsi) motivi e sono gli stessi tre (falsi) motivi che potrebbero indurre anche te a rimandare il suo acquisto, o peggio ancora, a comprarlo e lasciarlo impolverare sul tuo comodino. Quindi segnati questi tre AllontanaSogni e organizzati per tenerli alla larga:

1. Non mi piace fare gli esercizi. Il libro della Cameron è articolato come un vero e proprio percorso con esercizi, compiti da svolgere, appuntamenti da rispettare lungo 12 settimane e due “abitudini” costanti da mantenere lungo tutta la strada: le pagine del mattino, ossia mezz’ora di scrittura libera di primo mattino e l’appuntamento settimanale con l’artista, quella parte di noi che ci siamo persi chissà dove, tra la paura di essere presi in giro, la frenesia della vita, le ingiunzioni familiari e sociali. Io detesto tutto quello che ha un vago odore di “regola”, di imbrigliamento e di seppur lontana memoria scolastica, spesso cado nella presunzione di non aver bisogno di guide o qualcuno che mi dica cosa fare, ma quello che non avevo capito è che questo libro si basa sullo stessa convinzione. I compiti, tutti i compiti, che ci invita a svolgere sono solo un modo per riprendere contatto con la nostra vera natura, con quella naturale creatività che abbiamo tutti di default e che sa benissimo dove andare, se soltanto la lasciassimo parlare.

Scrivere tutte le mattine, nel silenzio della mia camera, è diventato per me un modo per ascoltarmi, per sapere quali sono i miei sogni, i miei desideri, le mie paure, per guardare in faccia quello che mi ferma o mi impedisce di muovermi. Ogni mattina mi riposo e mi rinfranco con la penna in mano e scrivo tutto quello che mi passa per la testa, butto fuori da me i detriti che si sono depositati vivendo e ogni tanto trovo qualche pietra preziosa (L’Arte di Fiorire è nata su queste pagine).

2. Non sono un’artista. Anche tu, come me, ti senti quanto di più distante ci sia da un’artista? Per me gli artisti erano quelli con la A maiuscola, quelli che trovi esposti nei musei e raccontati nei libri, quelli dalla vita dissoluta ma intensa tanto lontana dalla mia quotidianità. La via dell’artista mi ha insegnato che non è così: siamo tutti artisti, siamo tutti dotati di quella stessa creatività che ci ha forgiato alla nascita (io lo chiamo Creatore, ma puoi usare i nomi con cui ti trovi più a tuo agio). Settimana dopo settimana, ho scoperto in me una consapevolezza e una grande fiducia nei miei sogni e nel sostegno che questi ricevono da chi mi ha messo al mondo e dai suoi vicari (amici, parenti, sconosciuti giusti al momento giusto). Salta e la rete apparirà è una frase del libro della Cameron (una delle tante!) che ho scritto e che tengo sempre vicino a me! 

3. Non ho tempo. Ed ecco a voi l’AllontanaSogni per eccellenza!! Nessuno di noi ha tempo! Andiamo tutti di corsa e dedicarsi del tempo per scrivere o per andare a spasso con il nostro artista interiore sembra una barzelletta. Credo che questo sia il grande inganno nel quale cadiamo tutti: pensare che il nostro tempo sia dovuto a tutto tranne che a noi! E ti dirò di più (tieniti forte!): questa è solo una grande scusa! E’ più facile nascondersi dietro le gonnelle di MammaNonHoTempo che prendersi la responsabilità di essere se stessi, è più facile non provare che affrontare la paura di fallire, restare fermi e lamentarsi piuttosto che prendere il proprio cuore e gettarlo oltre l’ostacolo. Ti assicuro che dopo le 12 settimane de La via dell’artista questa scusa si sbriciolerà come un colosso da piedi di argilla! 

Mi auguro che il mio post ti abbia convinto a comprare e soprattutto seguire questo libro. Se vuoi seguire il percorso della via dell’Artista insieme a me e ad altre donne, iscriviti al gruppo fb.

Altre storie da leggere

10 consigli per aiutarti a realizzare i tuoi sogni

10 consigli per aiutarti a realizzare i tuoi sogni

Realizzare i tuoi sogni non è impossibile ma è sicuramente un viaggio che nasconde le sue difficoltà ed insidie, forse perché la ricompensa finale è veramente molto alta, per questo ho stilato un elenco di 10 consigli per aiutarti a realizzare i tuoi sogni. Prima di leggerli ti consiglio...

gratitudine

Tre buoni motivi per imparare a dire: “grazie!”

Ho iniziato a sentir parlare della pratica della gratitudine un bel po’ di anni fa quando scoppiò la moda di The Secret e della legge dell’Attrazione. Da buona curiosa e amante delle scoperte mi documentai con articoli e libri, cercando di superare lo scetticismo che tutto questo movimento mi...

fiori di bach per vivere il presente

Il presente è un dono

Dicembre è il mese delle luci, degli addobbi, di Babbo Natale e dei regali. Passeremo molto del nostro tempo a comprarne e a scartarne, ma qual è il vero regalo che ognuno di noi ha già ricevuto? Il presente! Il presente, l’oggi, questo momento in cui mi leggi è...